Consulente immobiliare toscana, la sfida del domani per un’agenzia

Essere oggi un consulente immobiliare in Toscana, significa in primo luogo affrontare le sfide del web e della modernizzazione, coordinare la propria agenzia con il tempo in cui vive senza abbandonare le proprie radici. Portare la modernità in Toscana non vuole dire screditare tutto ciò che appartiene a questa regione, anzi, valorizzarlo.

Secondo me un consulente immobiliare deve creare interazione e scordandosi almeno per un po’ la parola “vendere”. Un consulente immobiliare è un amico, una persona di cui senti di poterti fidare, qualcuno che può darti un consiglio disinteressato, in ufficio come in internet. Anzi, i social network, se interpretati bene, aiutano ad instaurare una relazione proficua per entrambi. Non si tratta solo di mettere in vetrina proposte e mostrare immobili, ma “dare un valore aggiunto”, compito di qualsiasi consulente.

Che poi è quello che cerchiamo di fare con la nostra agenzia immobiliare, toscana nel cuore e rivolta verso il mondo intero. Per cui un consulente di questo ramo deve avere domestichezza con la rete, le app, saperle utilizzare per comunicare. Senza divenire un disturbo per l’altro, che sia o meno un cliente potenziale. Ed è qui che si apre la partita in un mercato (toscano), molto competitivo: far conoscere la Toscana, non “svenderla”, ma farla apprezzare, corteggiare, che è ciò che il nostro territorio merita.